Contatore Sito
MANIFESTAZIONI
Reports e foto di manifestazioni e convegni

25 Gennaio 2007

Milano

Gruppo Camelot & Camelot Cronicles
in collaborazione con le Associazioni e i gruppi di riferimento
presentano
CAMELOT BARCAMP - PRIMO BARCAMP UFOLOGICO MONDIALE

Milano 25 GENNAIO 2007 - ore 20:30



REPORT

1° BARCAMP UFOLOGICO , Milano 25 gennaio 2007 presso La Sacrestia - naviglio pavese

A cura di Sabrina Biganzoli, ( Sentinel Italia, Gruppo Camelot )

Cosa dire e che bilancio fare di quest'anno appena passato? Sicuramente il Gruppo Camelot, Sentinel Italia , Hwh22, Libero Arbitrio e gli altri Gruppi di ricerca affiliati, hanno aperto molte porte e molte altre sono in attesa di essere spalancate a favore di una divulgazione seria e corretta sotto tutti i punti di vista.

L'entusiasmo e le motivazioni quindi, in apertura di questo nuovo anno sono più forti che mai, supportate inoltre da questo intraprendente e stimolante nuovo approccio verso un a scienza ed una ricerca che per molti, non avrebbe motivo di esistere.-anzi!- sempre più boicottata.. MA per fortuna e per completezza della informazione -non fine a se stessa-, esistono Gruppi che scendono
in trincea e si adoperano con le loro risorse mentali, economiche e -soprattutto!- umane , in un ambiente spesso ostile e subdolo.-purtroppo!- . e promuovono una distribuzione delle informazioni in modo brillante ed esaustivo con gli strumenti che la tecnologia avanzata mette a disposizione al giorno d'oggi.

La professionalità delle nostre scelte e metodologie di lavoro affianca quindi una sempre maggior determinazione e voglia di migliorarsi,- sempre e comunque!- ; conseguentemente ci ha portato al parto di questa splendida serata, ovvero la realizzazione di questo incontro con l'obbiettivo unico di una collaborazione ed un "interscambio" delle differenti ed innumerevoli teorie sul questo misterioso argomento -ed allo stesso tempo affascinante- che è... la fenomenologia ufologica; Attraverso una conferenza -non- conferenza.degna di istituti di ricerca oltre-oceano, dove, Gruppi di Ricerca, ricercatori indipendenti e semplici appassionati hanno convissuto, confrontato ed elaborato un nuovo modo di affrontare la multidisciplinarierà....

La serata ha inizio in un clima sobrio e professionale, i partecipanti si accomodano ai loro slot di appartenenza, secondo l'argomento trattato; il livello delle argomentazioni è forte... un dribbling ponderato e non lasciato al caso che spazia dal mistero dei crop-circles ad una "architrave" generale attraverso chiavi di lettura scientifiche ed esoteriche,

Inoltre... grande successo anche per lo slot che ha trattato il controverso ed inquietante argomento dei "rapimenti alieni" (Abduction)con annessi e connessi dove, le esperienze personali raccontate dai partecipanti, attraverso la mediazione dei nostri rappresentanti, denotano che la strada da percorrere è tortuosa e -davvero- in salita ma che la determinazione dei ricercatori -eticamente seri- non demorde davanti agli ostacoli che si sovrappongono durante il cammino per la ricerca della verità.

Slot che non passa inosservato, come gli altri del resto, è il dibattito inerente all'approccio scientifico-strumentale versus il tema ufologico, il rapporto tra i media e questa fenomenologia con la certezza che, molto spesso Associazioni e Gruppi -poco onesti-, riescono ad insabbiare notizie davvero importanti travisando e "storpiando" per puro sensazionalismo... al fine di depistare tutto e tutti e facendo emergere solo palesi incongruenze e false verità atte a destabilizzare tutto il meccanismo politico/sociologico che ci circonda, ..ovviamente spesso di proposito..

L'ultimo slot in ordine di descrizione attraversa il percorso fotografico nel suo insieme, dallo studio allo sviluppo della anomalia e al conseguente percorso computerizzato, attraverso analisi grafiche e filtraggi per una attenta ricostruzione delle prove; inoltre non sono mancati momenti di confronto su teorie diverse di probabili verità rispetto al fenomeno ...sono stati ampiamente descritti e discussi i casi storici come gli x-files fascisti con il sentore che molti libri e molte storie poco "serie" siano state elaborate a riguardo..

Una "particolare" e stimolante serata dunque, con tanti spunti di riflessione e tanta voglia di certezze che, noi non abbiamo la presunzione di avere ma -certo è!- che stiamo provando a far emergere... Tutto quello che fin ora è stato deliberatamente nascosto e -trasformato ad arte-, facendo apparire solamente un'immagine distorta di ciò che è veramente accaduto.
E' determinante far sentire la nostra voce, anche con questo sistema di multimedialità dove, lo sdegno per certe situazioni conferma sempre più la volontà di fare "un'opposizione costruttiva" nei confronti di certe "pseudo-scelte"... per nulla deontologiche e profondamente penalizzanti nei confronti di chi, con devozione, cerca di costruire e non di distruggere. Un dialogo profondo tra le parti -interessate!- al confronto è senza dubbio la strada giusta per vincere insieme, per rafforzare il proprio ruolo e le proprie responsabilità e favorire una condivisione attiva di ricerca, domande dubbi e -perchenò- risposte del prodotto ufologico, insabbiando sempre più la -non- qualità e la -non- comunicazione per un cambiamento certo e rivoluzionario.

Il BARCAMP organizzato da Gruppo Camelot e Gruppi di ricerca associati rappresentano il cambiamento, l'approccio indispensabile per gli obbiettivi di una "buona professionalità", la capacità di competere in un sistema sempre più ostacolato dalle multinazionali, dal potere politico e da molto altro..
La qualità del nostro lavoro è il biglietto da visita che ci porta nel grande sistema nel quale dobbiamo essere sempre in prima linea rispetto a chi cerca, -inutilmente!- lo screzio e si fa "ambasciatore" di attacchi/insulti gratuiti..
BARCAMP, il primo di una lunga serie dunque, che segnerà il cambiamento - v e r o! -
Un grazie a tutti i partecipanti, ricercatori e semplici appassionati che con la loro presenza, giovedì sera, hanno contribuito ad avvalorare una nuova collaborazione ed una disponibilità al dialogo ed al confronto.

." La Sicurezza, come l'arte, non deriva dal possedere tutte le risposte: nasce dall'essere aperti a tutte le domande". E.G. Stevens

Biganzoli Sabrina, Gruppo Camelot, Sentinel Italia

FOTO